Provvedimenti

Bando ISI/Agricoltura 2016 - Fondi per l’acquisto di macchine agricole

Gli incentivi per l’acquisto di macchinari agricoli - stanziati dal Ministero delle Politiche Agricole e affidati all’INAIL per quanto riguarda i criteri e le procedure di erogazione - sono operativi.

Il 28 luglio è stato  pubblicato sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione incidenti sul lavoro il bando “Isi agricoltura 2016”, che mette a disposizione complessivamente 45 milioni di euro a fondo perduto (40 milioni per le imprese agricole e 5 milioni per i giovani agricoltori) per contribuire all’acquisto di macchine ed attrezzature di nuova generazione. Il finanziamento - che si rivolge alle microimprese e alle piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola per realizzare il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nello svolgimento delle attività colturali - prevede l’erogazione di un importo pari al 40% del valore del mezzo acquistato (50% per le imprese gestite da giovani agricoltori) fino ad un massimo di 60 mila euro.

Il fondo finanzia l’acquisto, o il noleggio con patto di acquisto, di massimo due macchinari, combinati secondo le seguenti opzioni: a) un trattore agricolo o forestale più una macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio; b) una macchina agricola o forestale dotata di motore proprio, più una macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio; c) due macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio. Per partecipare al bando – è specificato nella nota diffusa dall’INAIL - occorre dimostrare, tramite perizia giurata, l’utilità delle macchine che si intende acquistare in termini di efficienza, eco-compatibilità e sicurezza. La procedura di assegnazione dei fondi si articolerà in due momenti: quello di “pre-registrazione” (che inizia il 10 novembre e si conclude il 28 aprile 2017) e quello successivo di effettiva richiesta (“click day”) a partire dal mese di giugno (la data esatta verrà pubblicata sul sito Inail a partire dal 12 giugno).

Tutte le info nella sezione dedicata del sito Inail