Accordi commerciali UE-Vietnam

15.02.2020

Il  Parlamento europeo ha approvato il 12 febbraio scorso con un’ampia maggioranza,  i testi dell’Accordo di Libero Scambio e dell’Accordo sulla Protezione degli Investimenti fra Unione Europea e Vietnam.
Il primo - di competenza esclusiva UE - entrerà in vigore 30 giorni dopo che le parti avranno notificato la conclusione della procedura legale prevista dalla normativa interna; quello sulla Protezione degli Investimenti necessiterà invece della ratifica da parte dei singoli Stati membri.
L’Accordo di Libero Scambio con il Vietnam rappresenta il secondo FTA (Free Trade Agreement) con un paese Asean concluso dall’UE in meno di 4 mesi (dopo quello con Singapore) e il più ambizioso mai sottoscritto con un partner emergente. Una volta entrato a regime comporterà  infatti la piena liberalizzazione del 99% dei flussi commerciali fra le parti, garantendo alle imprese europee l’accesso al mercato vietnamita alle stesse condizioni preferenziali finora concesse ai 26 paesi con cui il Vietnam ha già sottoscritto Accordi di Libero Scambio. Data la sua natura di Accordo di nuova generazione, l’FTA contiene inoltre disposizioni innovative su questioni come tutela della proprietà intellettuale, indicazioni geografiche, appalti pubblici, concorrenza e sviluppo sostenibile.
Si riportano di seguito  una nota predisposta da Confindustria, sui principali  aspetti dell’Accordo di Libero Scambio ed un’analisi dei suoi effetti sulle principali voci dell’export italiano verso il Vietnam, e un elenco delle coperture tariffarie.


Associazione Costruttori Implements
Associazione Costruttori Macchine Semoventi
Associazione Costruttori Trattori
Associazione Costruttori Componentisti
Associazione Costruttori Macchine per il Giardinaggio