Presentazione Agrilevante 2019 ad Agriumbria

29.03.2019

L’edizione 2019  di Agrilevante   è stata presentata il 29 marzo agli operatori del Centro Italia nel corso di una conferenza stampa tenutasi in occasione di Agriumbria. Presenti il presidente e l’amministrazione delegato di FederUnacoma, Alessandro Malavolti e Massimo Goldoni; i presidenti di AIA e ARA Puglia, Roberto Nocentini e Pietro Laterza; e il presidente di UmbriaFiere, Lazzaro Bogliari.
La prossima Agrilevante -  organizzata da  FederUnacoma in collaborazione con l’Ente Nuova Fiera del Levante dal 10 al 13 ottobre a Bari - si presenta molto ricca, potendo annoverare 330 espositori con tecnologie specifiche per le principali filiere agricole ed un pubblico che nell’edizione 2017 ha raggiunto le 70.700 unità, con 3.200 operatori esteri provenienti da 30 Paesi.
Le aspettative intorno ad Agrilevante sono quelle di una nuova edizione record – ha dichiarato Massimo Goldoni  – perché la rassegna è ormai divenuta un punto di riferimento per gli operatori agricoli ed economici dell’intero bacino mediterraneo, un’area che ha una forte vocazione agricola e che esprime una crescente domanda di meccanizzazione.
L’evento   vede coinvolte quest’anno anche UmbriaFiere e l’Associazione Italiana Allevatori per la realizzazione di una nuova sezione dedicata agli animali d’allevamento oltre 500  capi selezionati di bovini, equini  e ovi-caprini.
Per Roberto Nocentini la presenza, per la prima volta, di una variegata esposizione di animali simbolo della ricca zootecnia italiana in un contesto quale quello di Agrilevante, evento di livello internazionale dedicato all’agricoltura dell’area mediterranea,  testimonierà il grande valore dell’allevamento Made in Italy  nel quadro dell’economia nazio-nale“.
Lazzaro Bogliari,   ha aggiunto “siamo veramente orgogliosi che un soggetto come Federunacoma, organizzatore di una delle principali manifestazioni agricole d’Europa, si sia rivolto ad Umbriafiere spa per collaborare allo sviluppo del nuovo progetto zootecnico in Agrilevante,  e ciò dimostra che l’impegno profuso in questi 50 anni ci attesta come autorevoli interlocutori nel panorama fieristico nazionale”.
"L’esperienza della mostra zootecnica a Bari -  ha detto  Alessandro Malavolti - consentirà alle case costruttrici italiane di valorizzare ulteriormente le tecnologie che realizzano proprio per le filiere zootecniche. Sistemi meccanizzati per la raccolta del foraggio, per il trattamento, il confezionamento, il trasporto e lo stoccaggio dello stesso costituiscono uno dei punti di forza dell’industria italiana. Analogamente, i carri unifeed per l’alimentazione del bestiame, i sistemi di mungitura, le strutture per le stalle e i sistemi elettronici per la climatizzazione e la gestione delle stalle, ma anche per il monitoraggio dei capi allevati e per la prevenzione sanitaria, sono realizzati da industrie costruttrici italiane con una qualità riconosciuta a livello mondiale, e con una richiesta molto consistente da parte dei mercati esteri, che per alcune tipologie di prodotto arrivano ad assorbire l’80% della produzione realizzata dalle nostre imprese."


Associazione Costruttori Implements
Associazione Costruttori Macchine Semoventi
Associazione Costruttori Trattori
Associazione Costruttori Componentisti
Associazione Costruttori Macchine per il Giardinaggio