EIMA 2024: cooperazione italo-greca nel settore delle macchine agricole

02.02.2024
Presentata nell’ambito di Agrotica la 46ma edizione di EIMA International, l’esposizione delle macchine agricole che si svolgerà a Bologna dal 6 al 10 novembre prossimo. Prosegue a pieno ritmo la fase organizzativa, e si prevede un numero di industrie espositrici fra i più alti nella storia della manifestazione. Attesi numerosi operatori dalla Grecia, particolarmente interessati alle tecnologie di ultima generazione per le colture ortofrutticole. In ripresa il mercato ellenico nel 2023, dopo la flessione dell’anno precedente. In forte crescita le importazioni dall’Italia (+42.5%).

L’esposizione internazionale della meccanica agricola EIMA sceglie la cornice di Agrotica – la rassegna internazionale dell’agricoltura in corso a Salonicco – per presentare la sua 46ma edizione, che si terrà alla fiera di Bologna dal 6 al 10 novembre prossimo. “La Fiera di Salonicco è un evento di grande richiamo, fortemente proiettato verso le innovazioni tecnologiche e le colture specializzate – ha detto aprendo la conferenza stampa Davide Gallarate, Responsabile dell’Ufficio Eventi di FederUnacoma, la federazione italiana dei costruttori che è organizzatrice diretta della rassegna – e per questo è in sintonia con l’EIMA, una fiera che ha nelle nuove tecnologie il proprio punto di forza, e che richiama operatori da ogni parte del mondo per l’ampiezza merceologica”. Nei suoi 14 settori di specializzazione e nei 5 saloni tematici, la rassegna offre oltre 50 mila modelli di macchine, attrezzature e componenti per l’agricoltura e la cura del verde - è stato spiegato nel corso della conferenza - e propone soluzioni avanzate per le colture seminative, per la fienagione e la forestazione, ma in primo luogo mezzi specializzati per le filiere orticole, frutticole, viticole e olivicole. Questo rende la rassegna dell’EIMA particolarmente interessante per gli agricoltori, gli importatori e i rivenditori greci, che puntano sulle produzioni di qualità, e che sono da sempre presenti numerosi all’evento di Bologna. Nell’edizione 2022, che ha segnato il record storico di visitatori con quasi 330 mila presenze da 150 Paesi, sono stati 2.440 gli operatori greci, una delle rappresentanze più numerose dall’area comunitaria. Ma la Grecia è protagonista all’EIMA anche come Paese espositore, con 14 aziende presenti nel 2022 (sulle 450 estere), specializzate soprattutto nei sistemi per l’irrigazione e l’irrorazione delle colture, oltre che nelle attrezzature e la componentistica. Ad oggi, sono già 12 le case costruttrici greche che hanno confermato la partecipazione ad EIMA 2024, ma l’aspettativa degli organizzatori è che nei nove mesi che mancano all’evento il numero possa crescere in modo significativo. “In forte accelerazione, del resto, sono le adesioni complessive – ha spiegato Davide Gallarate – visto che a soli due mesi dall’apertura delle iscrizioni sono oltre 1.400   le industrie che hanno già formalizzato la propria prenotazione, ed è probabile che di questo passo si possa raggiungere molto presto un numero di partecipazioni fra i più alti nella storia della manifestazione, impegnando l’intero quartiere fieristico nei suoi padiglioni e nelle aree all’aperto”. Nelle aree all’aperto - è stato spiegato - saranno in scena prove dinamiche, come lo show dei trattori finalisti del Tractor of the Year, le dimostrazioni di mezzi per le filiere bioenergetiche, le prove delle macchine per il giardinaggio e la cura del verde, le esibizioni di droni e robot agricoli e altri eventi dedicati a tecnologie di nuova generazione.
 
 
 
 
 
 
Ricco si annuncia il calendario dei convegni e degli incontri di carattere tecnico ed economico-politico, che affronteranno tematiche di particolare interesse per l’area mediterranea, come il convegno dedicato alla coltivazione delle aree aride e dei territori marginali e il Forum sulla cooperazione con i Paesi dell’Africa settentrionale e Subsahariana, e del Medioriente.
“La 46ma edizione dell’EIMA si svolge in una fase delicata per il mercato delle macchine agricole - ha commentato Davide Gallarate - che dopo i forti incrementi negli anni 2021 e 2022 post-Covid, ha registrato lo scorso anno una battuta d’arresto, con flessioni significative negli Stati Uniti (-8,2%), in Canada (-10,7%) e in Europa (-5%)”. “La situazione geopolitica, con i conflitti in Ucraina e in Medioriente, ma anche la crescita dell’inflazione e l’aumento generalizzato dei tassi d’interesse - ha aggiunto il responsabile organizzativo dell’EIMA - hanno penalizzato il settore agromeccanico e rischiano di frenare le vendite anche nei primi mesi di quest’anno, pure a fronte di una domanda potenzialmente alta in tutte le principali regioni del mondo”.
Un andamento originale registra il mercato greco, che si è mantenuto su volumi elevati anche nel corso della pandemia, registrando 2.110 trattrici vendute nel 2020 e 2.788 vendute nel 2021, ma che ha visto una drastica riduzione nel 2022 (1.259 unità) in controtendenza rispetto agli elevati volumi di vendita registrati sui mercati internazionali, e che lo scorso anno ha evidenziato  segnali di recupero con un totale di 1.667 unità. Tradizionalmente buona la cooperazione con l’Italia, che nel periodo gennaio-ottobre 2023 ha esportato in Grecia trattrici e macchinario agricolo per un valore complessivo di 90,6 milioni di euro, con un incremento del 42,5% rispetto allo stesso periodo 2022.
 

 

 


Gli ultimi Comunicati stampa di FederUnacoma

11.04.2024

Macchine agricole, mercato in calo nei primi tre mesi dell’anno

Il primo trimestre dell’anno segna una consistente flessione delle vendite per tutte le tipologie di macchine agricole. Trattori e mietitrebbie calano rispettivamente del 25% e 56,7%, le trattrici con pianale di carico del 18,4%. Segno negativo anche per i rimorchi (-6,1%) e i sollevatori telescopici (-37,2%). FederUnacoma: la contrazione della domanda dovuta a fattori economici e geopolitici, necessario un piano di incentivi pubblici pluriennale per portare a compimento la digitalizzazione della nostra agricoltura.
05.04.2024

Macchine agricole: appuntamento ad EIMA International

Presentata nell’ambito di Agriumbria la 46ma edizione della rassegna della meccanica agricola, in calendario a novembre prossimo alla fiera di Bologna. Ricca di contenuto tecnico e forte di oltre 1.600 industrie espositrici già confermate, EIMA 2024 sarà un importante fattore di rilancio del mercato nazionale. Nei primi tre mesi dell’anno le vendite di trattrici calano del 25% a livello nazionale, mentre una maggiore tenuta mostra il mercato in Umbria, con una flessione molto più contenuta (-4,4%).
03.04.2024

FederUnacoma: un piano strategico per l’agromeccanica

Si è tenuto a Serralunga d’Alba, nel cuore delle Langhe, il Think Tank annuale della Federazione dei costruttori di macchine agricole. Dati di mercato, analisi di scenario e un focus sui bisogni di formazione sono stati al centro dei lavori, nel corso dei quali è stato evidenziato il ruolo strategico di EIMA International per il rilancio del mercato di settore. Presentata l’Accademia di alta formazione AFI, un nuovo progetto FederUnacoma per il rafforzamento delle competenze all’interno delle aziende.
26.03.2024

Meccanizzazione agricola in India, il ruolo strategico di EIMA Agrimach

La robusta crescita del mercato delle macchine agricole non ha ancora colmato il deficit tecnologico dell’agricoltura indiana. Le previsioni indicano che il trend incrementale, favorito dai programmi di agevolazione statale, proseguirà nei prossimi anni con investimenti sui macchinari di ultima generazione. Le rassegne agromeccaniche un hub di conoscenza.

Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l'Agricoltura
Sistemi e Tecnologie Digitali per Macchine e Produzioni Agricole
Associazione Produttori Sistemi per l'Irrigazione
Associazione Costruttori Implements
Associazione Costruttori Macchine Semoventi
Associazione Costruttori Trattori
Associazione Costruttori Componentisti
Associazione Costruttori Macchine per il Giardinaggio