Sicurezza alimentare: il rilancio della cooperazione italo-africana

08.10.2023
Nella giornata conclusiva di Agrilevante, in scena alla fiera di Bari, il Ministro degli Esteri Antonio Tajani sottolinea il ruolo dell’Italia nei progetti di sviluppo agricolo dell’Africa e del Mediterraneo. Una “diplomazia della crescita” per rafforzare le relazioni commerciali e insieme sostenere i Paesi in difficoltà

Lo sviluppo dell’agricoltura è fondamentale nell’area mediterranea e in tutto il continente africano, e l’Italia può avere un ruolo da protagonista. Le industrie italiane della meccanica agricola producono mezzi adatti alle necessità del Nordafrica, dell’Africa sub-sahariana oltre che del Medioriente e dei Balcani, e puntano a rafforzare la propria presenza su questi mercati. Nello stesso tempo, il Governo italiano intensifica la propria attività a sostegno della cooperazione tecnica ed economica, affinché i Paesi più svantaggiati possano acquisire la sicurezza alimentare e raggiungere il prima possibile una maggiore stabilità sociale.

Questo il messaggio che emerge da Agrilevante, la rassegna internazionale delle tecnologie e delle macchine per l’agricoltura, che si conclude questo pomeriggio dopo quattro giorni di successo per l’imponente partecipazione di pubblico e il ricco programma di incontri di carattere tecnico ed economico, in gran parte dedicati alle nuove sfide dell’agricoltura, allo sviluppo delle relazioni commerciali, ai progetti di cooperazione anche nel campo dell’istruzione e della formazione professionale.

Nella giornata conclusiva di Agrilevante il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani ha diffuso il proprio messaggio alla Presidente di FederUnacoma Mariateresa Maschio e ai vertici della Federazione ricordando il ruolo attivo del Governo in tema di sviluppo agricolo in particolare dell’Africa settentrionale e sub-sahariana.

“Il Governo guarda con interesse prioritario alle potenzialità dell’agricoltura nell’area del Mediterraneo e alle opportunità di cooperazione in questo settore – ha dichiarato il Ministro Tajani – in particolare con i Paesi della Sponda Sud, anche nella prospettiva strategica del contrasto al traffico di esseri umani”.

Nel ricordare la Conferenza internazionale su sviluppo e migrazioni del 23 luglio scorso, il Secondo Vertice sui sistemi alimentari del 24 e 26 luglio organizzato dall’Italia e dalle Nazioni Unite, e le missioni governative come quella in Egitto del marzo scorso, il Ministro ha fatto riferimento alla possibilità di interventi strutturali per fronteggiare le emergenze e sostenere le economie nel continente africano.

“Il tema della sicurezza alimentare rappresenta un tassello chiave della strategia del Governo che prenderà la forma del Piano Mattei per l’Africa e che mira a diventare parte di un più ampio Piano Marshall europeo. Lavoriamo per rafforzare la sostenibilità e la solidità delle filiere in un’ottica regionale – ha sottolineato il Ministro - e per contrastare la crisi alimentare che ha colpito in particolare la vasta area del Sahel che va dal Golfo di Guinea al Corno d’Africa”.

“Il Governo ha dato nuova centralità all’interscambio economico con la vasta area del mediterraneo – ha concluso Tajani – nel quadro di una strategia di diplomazia della crescita che ho attivato dall’inizio del mio mandato. L’interscambio ha raggiunto i 118 miliardi di euro. Un balzo in avanti del 75% rispetto al 2021”.


Gli ultimi Comunicati stampa di FederUnacoma

13.02.2024

EIMA International 2024, un evento di caratura internazionale

La 46ma edizione della grande rassegna della meccanica agricola è stata presentata oggi a Saragozza nella cornice della Fiera internazionale FIMA. Alte le aspettative per l’evento bolognese: già 1.400 aziende, 500 delle quali estere, hanno formalizzato la partecipazione. Molti gli espositori e i buyer attesi dalla Spagna. Gli organizzatori di FederUnacoma: il Paese iberico vanta con l’Italia una cooperazione strategica nel settore agromeccanico ed è uno storico partner di EIMA International.
02.02.2024

EIMA 2024: cooperazione italo-greca nel settore delle macchine agricole

Presentata nell’ambito di Agrotica la 46ma edizione di EIMA International, l’esposizione delle macchine agricole che si svolgerà a Bologna dal 6 al 10 novembre prossimo. Prosegue a pieno ritmo la fase organizzativa, e si prevede un numero di industrie espositrici fra i più alti nella storia della manifestazione. Attesi numerosi operatori dalla Grecia, particolarmente interessati alle tecnologie di ultima generazione per le colture ortofrutticole. In ripresa il mercato ellenico nel 2023, dopo la flessione dell’anno precedente. In forte crescita le importazioni dall’Italia (+42.5%).
25.01.2024

Trattori, congiuntura e geopolitica frenano il mercato: -12,9% nel 2023

Calano le vendite di trattrici, che si fermano a 17.613 unità. A perdere terreno sono soprattutto le gamme di media potenza. Segno meno anche per i telescopici (-3,4%) ed i rimorchi (-8,1%). In controtendenza mietitrebbie (+10,2%) e le trattrici con pianale di carico (+15,9%). La flessione dovuta a fattori congiunturali e geopolitici. FederUnacoma: la domanda di trattrici vale oltre 70 mila unità, ma è soddisfatta in gran parte da mezzi di seconda mano obsoleti.
24.01.2024

Tecnologie “made in Italy” per l’agricoltura del Qatar

Presentate all’Expo di Doha le macchine e le attrezzature più avanzate per coltivare anche i terreni aridi e per realizzare modelli di agricoltura ad alta automazione. Illustrata a giornalisti e operatori anche l’edizione 2024 di EIMA International, la rassegna mondiale della meccanica agricola, che si terrà a Bologna dal 6 al 10 novembre.

Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l'Agricoltura
Sistemi e Tecnologie Digitali per Macchine e Produzioni Agricole
Associazione Produttori Sistemi per l'Irrigazione
Associazione Costruttori Implements
Associazione Costruttori Macchine Semoventi
Associazione Costruttori Trattori
Associazione Costruttori Componentisti
Associazione Costruttori Macchine per il Giardinaggio